Chiusura estiva



Informiamo i gentili clienti
che gli uffici di Image Consult saranno chiusi
dal 10 al 25 agosto.
Riapriremo lunedì 26 agosto.

Gli ordini pervenuti durante il periodo di chiusura saranno presi in carico a partire dal giorno 26 agosto.

ELENCO CATEGORIE

Color Management

Luce normalizzata con Just Normlicht





Dall'anno 2000 le normative ISO 3664:2000 e 12647-2 hanno ridefinito gli standard dell'osservazione visiva per tutti gli operatori del mondo della grafica. Parte fondamentale di questo processo è la qualità della luce, che deve rispondere a precisi requisiti per evitare discrepanze nell'analisi cromatica delle stampe.
La gamma dei prodotti JUST Normlicht assolve pienamente a questi alti standard.

Dal 2000 sono stati ridefiniti gli standard delle condizioni di osservazione visiva per tutti gli operatori nel mondo della grafica, allo scopo di eliminare  le discrepanze nell'analisi cromatica delle stampe.
ISO 3664:2000 ha definito standard con tolleranze più strette per le cabine di luce. Inoltre è stata introdotta la nuova certificazione di processo standardizzato offset (ISO 12647-2) che dà ad ogni stampatore la possibilità di certificare  autonomamente la qualità delle proprie produzioni, per soddisfare i clienti più esigenti.
ISO 12647-2 ha stabilito un ulteriore standard per l'analisi della qualità in tutto il flusso di lavoro della stampa, all'interno di cui un elemento di fondamentale importanza è l'ambiente di controllo a luce standardizzata.
La gamma dei prodotti JUST Normlicht assolve pienamente a questi alti standard.

Perché lo standard venga rispettato, 4 condizioni sono indispensabili:

1 - Qualità della luce

I requisiti della normativa ISO3664:2000 non possono essere raggiunti utilizzando luci al neon generiche. la famiglia di prodotti JUST Normlicht Daylight 5000 proGraphic assolve a tutti i criteri dello standard richiesti:
- coordinate colore così definite: x=0.3478 e y=3595, con una tolleranza permessa di soli 0.005°.
- temperatura colore 5000 Kelvin (D50) tassativa per tutti i processi pre-stampa e stampa.
- rendering colore >90

Conformemente alla normativa ISO 3664:2000, il valore del rendering colore (CRI) è derivato da 8 colori test. Le lampade JUST Daylight 5000 proGraphic sono testate su 215 colori, raggiungendo il valore di CRI 95.6, al di sopra di qualsiasi valore dei comuni standard industriali.

Per determinare il massimo errore metamerico possibile, l'ISO 3664:2000 specifica gli indici di metamerismo per una cabina di luce. Questi sono fissati a valori MI(vis)<1.0 per lo spettro visibile, e per gli UV MI(uv)<4.
L'indice di metamerismo indica quanto la cabina di luce è in grado di replicare la struttura dello spettro della sorgente di luce D50, standard di riferimento al quale le cabine devono tendere.

A causa degli sbiancanti ottici, errori dovuti al metamerismo si verificano frequentemente con lampade al neon. Per questo motivo il futuro aggiornamento della normativa ISO 3664 il valore del MI(uv) sarà abbassata a <1.5. I prodotti JUST Normlicht già si conformano a questo stringente standard.

2 - Condizioni ambientali

Le condizioni ambientali della stanza influiscono profondamente sull'impressione del colore. ISO 3664 specifica le condizioni ambientali richieste come segue:
- l'illuminazione generale della stanza deve essere diffusa e non deve mai incidere direttamente o indirettamente sulla superficie di visione della cabina di luce.
- Pareti, soffitti, pavimenti e altre superfici (incluse le tende) devono essere neutri, grigio opaco con una percentuale di riflessione <60%. Tutti gli strumenti JUST Normlicht hanno una percentuale di riflessione assai inferiore.
- per la visione di diapositive, è necessario utilizzare una cornice, la cui luminosità massima non superi il 5-10%, e con un'ampiezza di almeno 50mm.

3 - Luminosità e uniformità della superficie di visione

Per il controllo visivo è richiesta una intensità di luce di 2000 lux (+/- 500 lux) sulla superficie per poter individuare anche le più lievi differenze di colore. Differenti livelli di luminosità portano ad una errata interpretazione dei colori.

- Per stampe e prove colore, nel caso di una superficie illuminata di 1 mq, l'intensità dell luce in ogni punto della superificie non deve mai essere inferiore del 75% dell'intensità di luce misurata al centro della superfice stessa.
- Sulla superficie di un visore per diapositive, una luminosità di 1270 cd/mq (+/- 160 cd/mq) è la condizione ideale. Il minimo richiesto è comunque di 950 cd/mq.

I criteri di comparazione di una stampa con una soft-proof o hard-proof sono specificati nell'ISO 12646. Le condizioni di luce devono assolvere all'ISO 3664. Il livello di luminosità deve corrispondere a quello del monitor. La luminosità ideale per il monitor è >120cd/mq. I prodotti JUST Normlicht con controllo interfaccia USB possono essere controllati da un software di calibrazione o calibratore monitor per una esatta corrispondeza di luminosità monitor-cabina.

4 - Assenza di riflessi

La presenza di riflessi o bagliori sulla superficie di visione influenzano la percezione del colore e possono portare ad una errata interpretazione. Nonostante la normativa ISO 3664 non definisca le esatte condizioni per la prevenzione dei riflessi, JUST Normlicht crea ambienti di visione assoltamente privi di riflessi e bagliori grazie a riflettori luce asimmetrici e visori disegnati per soddisfare le aspettative ed esigenze più severe.


Articoli o termini correlati

Just Normlicht: il vantaggio dei visori a Led multispettro (Color Management)